Stampa questa pagina

ALPAC A ROMA È PARTE ATTIVA DEL PROGETTO “PORTOFLUVIALE 71”, RIQUALIFICAZIONE URBANA DI UN COMPLESSO SUL LUNGOTEVERE

Scritto da  Comunicati Stampa

ALPAC partecipa a un importante piano di riqualificazione urbana nel cuore di Roma. L’impresa vicentina è stata selezionata per la progettazione, realizzazione e posa in cantiere di oltre 600 monoblocchi PRESYSTEM Avvolgibile, con soluzioni particolari per l’ispezione esterna e interna degli avvolgibili. L’intervento è avvenuto in un contesto di lusso sul Lungotevere dove le complesse esigenze progettuali hanno richiesto lo sviluppo di ben 25 tipologie diverse di monoblocchi. La realizzazione di speciali cassonetti, adattati alle luci di grandi dimensioni e all’altezza architettonica superiore allo standard, ha agevolato il lavoro del costruttore. Ogni monoblocco è stato attentamente studiato, progettato e realizzato con speciali rinforzi dimensionati appositamente per il fissaggio dei serramenti Schüco, in modo da garantire una resistenza al vento e alla flessione a norma di legge. Le particolari soluzioni avvolgibili sono state in grado di ottimizzare lo spazio all’interno del cassonetto, garantendo inoltre una classe di resistenza al vento molto elevata.

Un intervento sicuramente di prestigio, sia per il numero dei prodotti realizzati, sia per la pronta risposta di ALPAC, che ha messo fin da subito a disposizione la competenza e professionalità dei propri tecnici nella realizzazione di questi monoblocchi personalizzati, prodotti interamente nella sede di Roma, e delle proprie squadre specializzate di installatori per la posa in opera qualificata.

Il progetto è stato, inoltre, caratterizzato da scelte stilistiche eleganti e dall’adozione di una serie di soluzioni tecniche ecocompatibili e ad alta efficienza, come l’isolamento a cappotto, i serramenti a taglio termico, la pompa di calore e i pannelli fotovoltaici.

Un appalto importante, ottenuto grazie allo storico e affermato know how dell’azienda nel settore del foro finestra, per cui Alpac ha sviluppato le soluzioni richieste con la collaborazione dell’ufficio tecnico di Mangiavacchi Pedercini S.p.A., Geom. Roberto Lebba, di Nessi & Majocchi, Ing. Francesco Papis e Ing. Galbani Stefano e con l’ausilio della DL per lo sviluppo del progetto, Ing. Carlo Bossi e Ing. Alberto Rizzo, dello Studio Bossi, per l’impresa Portofluviale S.C.A.R.L., società partecipata dalle imprese di costruzioni Mangiavacchi Pedercini S.p.A. e Nessi & Majocchi S.p.A., su committenza di Roma Docks.

Un ruolo di partner attivo e propositivo, reso possibile da una flessibilità progettuale e produttiva che fanno di ALPAC partner ideale per i grandi cantieri e supporto efficace a tutti gli operatori coinvolti nella filiera.

Letto 4831 volte